L’iconico Passaggio a Nord-Est

Da € 22.870

oppure € al mese

26 Giorni / 25 Notti

Il Passaggio a nord-est, leggendaria rotta marittima coperta di ghiaccio per gran parte dell’anno, attraversa terre poco conosciute, ricche di innumerevoli meraviglie naturali e di storia. La storia delle spedizioni inizia nel lontano 1553 quando l’inglese Hugh Willoughby guidò una spedizione che riuscì ad avvistare le coste remote dell’arcipelago della Novaja Zemlja. Il viaggio inizia a Murmansk, una delle città più settentrionali del mondo, e si snoda lungo magnifici santuari naturali che fanno parte del Parco Nazionale dell’Artico Russo passando per gli arcipelaghi di Franz Josef Land e Novaya Zemlya. Più ad est si trovano le Isole della Nuova Siberia, di rilevanza storica, scientifica e culturale immensa. Furono la terra dei mammut e, ancora oggi, se ne trovano in abbondanza i resti. Qui in epoca sovietica si svolgeva un regolare lavoro scientifico, di cui ne sono testimonianza le stazioni polari che ora giacciono abbandonate. Soltanto lo sviluppo della navigazione lungo la rotta del Mare del Nord sta nuovamente trasformando questo arcipelago in una delle aree più importanti per la ricerca. Si prosegue verso l’isolata Chukotka. Ricoperta da un’immensa tundra dai colori vivaci, la regione ospita diversi villaggi: un’opportunità per condividere alcuni momenti della vita degli abitanti. Prima di arrivare a Nome, un’ultima coinvolgente tappa sarà l’isola di Wrangel. Una terra unica al mondo che dal 1976 insieme all’isolotto di Herald è diventata Parco Nazionale e parte del Patrimonio dell’umanità UNESCO. L’isola rocciosa è percorsa d’estate da un tiepido vento proveniente dal Pacifico. Gli orsi polari l’hanno scelta come luogo di riproduzione e per questo l’isola ne è piena. La fauna che accompagnerà il viaggio è numerosa: oltre agli orsi polari, ci sono trichechi, foche, uccelli marini, volpi artiche, lemming, renne.

Itinerario

1° GIORNO: ITALIA - TROMSO

Volo Parigi – Tromso. All’arrivo all’aeroporto incontro con il corrispondente e trasferimento al porto per le operazioni di imbarco nel pomeriggio intorno alle 16:00. La città situata nell’estremo nord della Norvegia viene considerata la “porta dell’Artico”. E’ incastonata in fiordi suggestivi e circondata da una corona di montagne bellissime, in tempi antichi era un importante centro di pesca artica. Oggi è una vivace città universitaria, ricca di eventi culturali e di vita notturna. I norvegesi la chiamano la “Parigi del nord“. Uno dei monumenti più significativi è la Cattedrale Artica, Ishavskatedralen in norvegese, le cui forme ricordano una tenda Sami o la punta di un iceberg. Gli interni luminosissimi grazie alla splendida vetrata, sono arricchiti da lampadari di cristallo boemo.

2° GIORNO: GIORNATA DI NAVIGAZIONE

Giornata di navigazione a bordo dove saranno messi a disposizione servizi e attività, nonché conferenze e incontri. Non dimenticandosi che visitando il ponte superiore della nave si potrà ammirare lo spettacolo del mare e magari avere la fortuna di osservare specie marine.

3° GIORNO: MURMANSK

Si raggiunge la città di Murmansk. Situata nella baia di Kola, nel mare di Barents, è la città più grande del mondo situata sopra il circolo polare artico. Il tempo sembra essersi fermato da queste parti, sottoposte a un freddo estremo e immerse nell’oscurità per diverse settimane. La città presenta a prima vista un profilo austero di epoca stalinista, le cui vestigia sono espressione della significativa attività commerciale e militare del porto nel secolo scorso. Ma tutto ciò è in totale contrasto con la maestosa bellezza dei paesaggi circostanti e delle colline che si affacciano sul fiordo di Murmansk.

4° GIORNO: GIORNATA DI NAVIGAZIONE

Giornata di navigazione a bordo.

5° - 7° GIORNO: FRANZ JOSEF LAND

In questa giornata si raggiungerà la remota Franz Josef Land. Persa nel cuore dell’Artico russo, Franz Josef Land sorge, imponente e maestosa, dalle gelide acque del Mare di Barents. L’arcipelago vulcanico è stato chiamato così in onore dell’imperatore austro-ungarico Francesco Giuseppe I d’Austria e offre paesaggi sontuosi. Particolarmente difficile da raggiungere e ancora completamente sconosciuto fino a 150 anni fa, questo gruppo di isole rimane ancora oggi relativamente inesplorato. Sede di una vita selvatica estremamente ricca, è stata dichiarata un santuario naturale e oggi fa parte del Parco Nazionale dell’Artico Russo.

8° GIORNO: GIORNATA DI NAVIGAZIONE

Giornata di navigazione a bordo.

9° GIORNO: NOVAJA ZEMLJA

Arrivo all’arcipelago di Novaya Zemlya, il cui nome in russo significa “nuova terra“. Bagnata da due mari, Barents e Kara, questo arcipelago montuoso, ospita una fauna polare molto ricca nonostante le condizioni climatiche particolarmente rigide. Inoltre, l’estremo nord della regione fa parte del Parco Nazionale dell’Artico Russo, un vero santuario artico dove vivono molti orsi polari e trichechi. Qui si possono ammirare maestosi ghiacciai, tra cui l’impressionante calotta di ghiaccio di Severny Island, che copre quasi il 40% di questa lingua di terra.

10° GIORNO: GIORNATA DI NAVIGAZIONE

Giornata di navigazione a bordo.

11° GIORNO: SEVERNAJA ZEMLJA

Inizia una navigazione più a est, esplorando il mare di Kara. Identificata e mappata solo all’inizio del XX secolo, Severnaya Zemlya (Terra del nord) in questo momento è l’ultimo arcipelago ad essere stato scoperto al mondo. Situato vicino alla costa settentrionale della Russia, ma protetto da uno spesso strato di ghiaccio, il sito è particolarmente difficile da raggiungere e relativamente inesplorato. Un immenso deserto polare composto da numerosi ghiacciai ed enormi distese rocciose, questo gruppo di isole offre paesaggi eccezionali e possiede la più grande distesa glaciale del paese. Mentre ti avvicini alla costa, ammira il balletto silenzioso degli iceberg.

12° GIORNO: GIORNATA DI NAVIGAZIONE

Giornata di navigazione a bordo.

13°-14° GIORNO: ISOLE DELLA NUOVA SIBERIA

In questa giornata si raggiungono le Isole della Nuova Siberia. La loro rilevanza storica, scientifica e culturale è immensa. Furono la terra dei mammut e qui ancora oggi se ne trovano in abbondanza i resti. In epoca sovietica, le stazioni polari che si trovano sull’isola e che ora sono abbandonate, svolgevano un regolare lavoro scientifico. Lo sviluppo della navigazione lungo la rotta del Mare del Nord sta trasformando questo arcipelago in una delle aree più importanti per la ricerca. La superficie delle Isole della Nuova Siberia è ricoperta dalla vegetazione della tundra artica: muschi e licheni. Inoltre, qui crescono il papavero polare, i ranuncoli, la sassifraga e altre piante da fiore. La fauna è piuttosto varia. Si possono trovare renne, volpe artica, lemming, orso polare, civetta delle nevi, pernice bianca. In estate vengono qui anatre, oche e trampolieri.

15° GIORNO: GIORNATA DI NAVIGAZIONE

Giornata di navigazione a bordo.

16° GIORNO: CHUKOTKA

Situata tra il glaciale Oceano Artico e l’Oceano Pacifico, nella punta orientale della Russia, la Chukotka è una delle regioni più isolate del mondo. Costituita da vaste pianure di tundra, che assumono magnifici colori in estate, la regione è il regno dei Chukchi, un popolo nomade che si è ormai insediato. Presenti su queste terre da millenni, sono una delle comunità più antiche della Siberia orientale e vivono ancora oggi di caccia e pesca.

17°-19° GIORNO: ISOLA DI WRANGLER

Prima di arrivare a Nome, un’ultima coinvolgente tappa sarà l’isola di Wrangel. Una terra unica al mondo che dal 1976 insieme all’isolotto di Herald è diventata Parco Nazionale e riconosciuto Patrimonio UNESCO. L’isola è di natura rocciosa e d’estate soffia un tiepido vento dal Pacifico. Gli orsi polari l’hanno scelta come luogo di riproduzione e per questo l’isola ne è piena. L’isola prende il nome dal barone e ammiraglio Ferdinand Wrangel, convinto dalle sue osservazioni e dalle lunghe conversazioni con gli abitanti del posto, dell’esistenza di una terra ancora da scoprire a nord della Chukotka.  Con questa convinzione aveva vagato per anni nell’Oceano Artico senza riuscire nel suo intento. Sarà un baleniere, Thomas Long, a scoprire l’isola tanto cercata dal barone e ad intitolarla a lui. Sull’isola sorse in epoca sovietica un piccolo insediamento, nonostante le condizioni di vita estreme. Dal continente giungevano qui tutti i rifornimenti di cui la comunità aveva bisogno per sopravvivere e nel piccolo villaggio c’era tutto il necessario alla vita: asilo, scuola, biblioteca, cinema, negozio alimentari, ospedale, deposito carburanti, aeroporto, porticciolo, sauna e addirittura un piccolo museo. C’era anche la corrente elettrica. A partire dagli anni ’90 l’isola venne progressivamente abbandonata e oggi sono attivi solo centri di ricerca scientifica e una base militare. E’ un ecosistema raro, prezioso e molto antico con una vegetazione unica, oltre a una fauna eccezionale: ospita il maestoso orso polare e la stragrande maggioranza della popolazione di trichechi dell’Artico russo. L’isola conserva anche tracce degli ultimi mammut e ospita numerose specie endemiche.

20° -24° GIORNO: GIORNATE DI NAVIGAZIONE - CHUKOTKA

Giornate di navigazione a bordo ed escursioni nella regione delle Chukotka.

25° GIORNO: NOME

Arrivo a Nome. Questa piccola cittadina situata sullo stretto di Bering nel punto più occidentale dell’Alaska, è un’ex città mineraria, circondata da una magnifica natura selvaggia. Entrando e uscendo dalle case dai colori vivaci, scoprirai l’eredità pionieristica che ancora segna le tradizioni locali. Pesca, allevamento di renne, corse in slitta. Le pianure circostanti offrono splendidi punti panoramici per l’osservazione della fauna artica. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il check-in del volo Nome / Seattle. Arrivo e trasferimento in albergo presso il Seattle Marriott Airport. Tempo libero a disposizione. Pernottamento

26° GIORNO: SEATTLE - ITALIA

Trasferimento in tempo utile in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

Servizi inclusi

Periodo di effettuazione: Agosto – Settembre

NOTA IMPORTANTE L’itinerario, gli sbarchi e tutte le altre attività durante la crociera dipendono fortemente dalle condizioni del ghiaccio e del tempo e sono soggetti alle decisioni del comandante della spedizione e del capitano della nave. Gli incontri con la fauna selvatica menzionata non possono essere garantiti.

Le visite all’isola di Wrangel sono soggette al permesso concesso dalle autorità russe. Questo porto di scalo può essere confermato solo una volta ricevuta l’autorizzazione, sei mesi prima della data di partenza della crociera.

IMPORTANTE: i tempi e le descrizioni dell’itinerario, così come le quote indicate in questo programma, sono un’indicazione sulla base di:

·        programma di durata minima, senza alcuna estensione

·        tariffe aeree a/r alle migliori condizioni tariffarie da listino

·        crociera da Tromso a Nome della durata di 25 giorni/24 notti

·        sistemazione in cabina doppia esterna con bagno privato con la quota più economica

·        pensione completa a bordo, tasse portuali ed escursioni a terra in Artico

·        assicurazioni medico-bagaglio ed evacuazione medica (obbligatoria)

Sono possibili NUMEROSE altre opzioni di crociera, contattate MASTRO MATRIOSKA per scoprire la spedizione artica che fa per voi!

TUTTI i servizi (compresa la crociera) saranno quotati e prenotati SU MISURA, in base alle disponibilità e alle tariffe del momento, e dovranno essere verificate e confermate per ogni richiesta specifica.

E’ sempre consigliabile PRENOTARE CON IL MASSIMO ANTICIPO, per usufruire della più larga scelta e delle migliori tariffe, per le crociere, i voli e tutti i servizi a terra.

QUOTA INDICATIVA A PARTIRE DA: Euro 22.870

(quote per persona, in cabina/camera doppia con bagno privato più economica)

LA QUOTA COMPRENDE

Volo Parigi/Tromso in classe economy

Volo Nome/Seattle in classe economy

Trasferimenti da e per i porti e gli aeroporti

Sistemazione presso hotel Seattle Marriott Airport Hotel in camera doppia standard con trattamento di pernottamento e prima colazione il giorno 25

Sistemazione a bordo della nave da crociera in cabina standard

Trattamento All Inclusive a bordo

Escursioni e crociere con gli Zodiac come da programma

Guide e assistenza a bordo in lingua inglese

Tutte le tasse di servizio varie e le tasse portuali durante il programma

Un parka ufficiale

Tutta la movimentazione dei bagagli a bordo della nave

Assicurazione di evacuazione di emergenza per tutti i passeggeri con un beneficio massimo di $ 500.000 USD a persona

Assicurazione base medico bagaglio

Assistenza dall’Italia

LA QUOTA NON COMPRENDE

Voli internazionali Italia/Parigi – Seattle/Italia

Tasse aeroportuali (sui voli per Parigi e da Seattle)

Visto per la Russia (120 euro)

ESTA

Mance, alcolici di pregio a bordo e spese personali

Assicurazione integrativa annullamento – facoltativa

Eventuali tasse non esigibili in Italia e da pagare in loco

Quanto non indicato nella voce “la quota comprende”

Date di partenza 2021:

30 Agosto – 24 Settembre

LA NAVE

Il vascello L’Austral si caratterizza per un design innovativo, forme eleganti, una raffinata decorazione degli interni, atmosfera amichevole e intima. Combinazioni di materiali pregiati, colori e toni armoniosamente combinati. L’Austral è una nave che può ospitare fino a 264 ospiti in 132 camere e suites. L’equipaggio a disposizione degli ospiti è composto da 140 membri. A bordo troverete anche una Spa e 2 ristoranti che servono cucina francese ed internazionale. Molti sono gli spazi comuni accoglienti e raffinati. La Main Lounge: sale da tè bar, programmi di intrattenimento musicale dal vivo. Il Teatro per le conferenze e gli spazi musicali. L’Area Benessere: Spa in collaborazione con SOTHYS ™, Parrucchiere KÉRASTASE / L’Oréal Paris. La Panoramic Lounge: Biblioteca, spazio internet, bar, intrattenimento dal vivo in alcune serate. E poi la Recreation area e il Bar esterno. Componente essenziale della cultura francese, la buona cucina ha naturalmente un posto d’onore a bordo. I talentuosi chef creano menu di fascia alta per farti gustare le delizie di una tavola raffinata, con prodotti di prima qualità. Per poter sviluppare un turismo sostenibile e responsabile, i rifornimenti di cibo avvengono direttamente nei luoghi di sosta nel rispetto delle risorse locali. Nel ristorante gastronomico sono serviti al tavolo i pasti à la carte accompagnati da ottimi vini. Nel grill restaurant invece vengono servi la colazione ed i pasti a buffet o le cene a tema. Il design degli interni delle cabine e suite de l’austral presenta una gamma di colori tenui e delicati, con grigi e bianchi che si combinano con il legno naturale. Le cabine sono dotate di molti comfort tra cui aria condizionata a controllo individuale, letto king size o due letti singoli, camere comunicanti disponibili, minibar, tv satellitare a schermo piatto, altoparlante Bluetooth Bose ™, scrivania con cancelleria, cassaforte, prodotti da bagno Hermès®, toilette, accappatoi, asciugacapelli, telefono con linea diretta, Wifi.

 

Quota di iscrizione:  € 85

NOTA IMPORTANTE: Le quote sono state calcolate sulla base di tariffe aeree in classi speciali non sempre disponibili. Prima si prenota e maggiori sono le possibilità di trovare posto alle tariffe più basse.  In base alla frequenza e disponibilità dei voli intercontinentali da/per l’Italia, in alcune date potrebbe essere necessario aggiungere un giorno al programma.

Condividi e dillo agli amici!