Tra madrase, moschee e avanguardie russe in Uzbekistan

Da € 2.660

oppure € 260 al mese

10 Giorni / 9 Notti

L’Uzbekistan è una terra che sa di magia.
Colori abbaglianti, forti contrasti tra il passato sovietico e la storia millenaria che ispirano emozioni profonde.

Si parte da Tahskent, la capitale e unica metropoli multietnica del paese. Ampi viali verdi, fontane ed eco-parchi per piacevoli passeggiate; reperti unici sulla storia e la cultura dei popoli dell’Asia centrale nei numerosi musei della città; maestosi complessi architettonici, moschee e minareti; teatri, gallerie e la splendida metropolitana di epoca sovietica.
Dopo Tashkentè la volta di Nukus, l’isolata capitale del Karakalpakstan a un passo dal Lago d’Aral. Ma questa piccola cittadina di una regione dal nome quasi impronunciabile conserva un gioiello incredibile che è il Museo Statale di Arte della Repubblica del Karakalpakistan. Straordinario compendio che Igor Savitsky ha fondato raccogliendo e salvando opere di artisti censurati dal Regime, meravigliosi esemplari dell’avanguardia russa dagli anni Venti ai Quaranta.
Khiva, tappa successiva, è la città fondata secondo la leggenda da Sam, figlio di Noè. E’ antichissima e probabilmente esisteva già nell’VIII secolo. Bellissima città oasi con antiche mura, minareti ed edifici in argilla unici. L’antica cittadella conserva ancora la struttura tipica della città medievale orientale.
Si prosegue per Bukhara, attraversando il deserto di Kyzyl-Kum (sabbia rossa) e Karakum (sabbia nera). Meta turistica per chi viene dall’Occidente, meta di pellegrinaggio per chi viene dal mondo islamico.  Bukhara è una città che custodisce non solo tesori antichi, ma anche via animate e raffinati locali moderni.

Ultima tappa sarà Samarcanda, la città il cui solo nome evoca atmosfere da Mille e una notte. In realtà la Samarcanda moderna è una città dai forti contrasti. Tra le suggestioni del Registan e dei colorati, antichi bazar e la città moderna e di epoca sovietica, trafficata e in continua evoluzione.

Itinerario

1° GIORNO: ITALIA - TASHKENT

Partenza dall’Italia per Tashkent. In aeroporto incontro con il vostro autista che vi accompagnerà in hotel. Operazioni di check in e pernottamento.

HOTEL: Navruz Hotel o similare

2° GIORNO: TASHKENT

Colazione in hotel e incontro con la vostra guida parlante italiano. Inizio delle visite in città. Tashkent è la vivace capitale dell’Uzbekistan, ma viene spesso solo sfiorata dai turisti ed è usata semplicemente come punto di ingresso nel paese.

Ci sono veramente moltissime cose da fare e da vedere in questa città. Ampi viali verdi, fontane ed eco-parchi per piacevoli passeggiate; reperti unici sulla storia e la cultura dei popoli dell’Asia centrale nei numerosi musei della città; maestosi complessi architettonici, moschee e minareti; teatri e gallerie per tutti i gusti. Durante la visita vedrete la madrasa di Kukeldash, una madrasa medievale situata vicino al bazar Chorsu costruita intorno al 1570.

E poi ancora mausolei, moschee, piazze e il mercato di Chorsu-il bazaar. Il teatro dedicato ad Alisher Navoi fondato nel giugno 1939 ed uno dei principali teatri d’opera e di balletto dell’Uzbekistan. La giornata di visite sarà accompagnata dalla bellissima metropolitana di Tashkent. Così come quelle di Mosca e di San Pietroburgo, anche la Metropolitana di Tashkent è indimenticabile. Pulita, efficiente e sontuosamente decorata con mosaici, colonne splendidi lampadari e marmi. Rientro in albergo e pernottamento.

Pasti: colazione, pranzo, cena

TASHKENT – NUKUS – KHIVA

Colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto al mattino presto per il volo domestico Tashkent – Nukus. Arrivo a Nukus. Visita al Museo Statale di Arte della Repubblica del Karakalpakistan, dedicato al suo fondatore, Igor Savitskiy. E’ un museo dell’avanguardia russa, ospita una straordinaria collezione di arte moderna russa e uzbeka del periodo 1918-1935, e viene chiamato “Il Louvre delle Steppe”.

Il fondatore del Museo, Igor Savitsky, ha collezionato dagli anni Cinquanta opere da questa terra sconosciuta e delle avanguardie russe sottoposte alla censura. La sua collezione è la migliore collezione d’arte della regione asiatica e ha la seconda più grande collezione di opere dell’avanguardia russa. Anche “The Guardian” lo ha definito uno dei musei più belli del mondo”.

Partenza per Khiva, lungo la strada si visiteranno le fortezze Ayaz Kala e Toprak Kala. Arrivo a Khiva e sistemazione in albergo. La giornata si concluderà con una passeggiata serale dentro la città vecchia. Pernottamento in albergo.

Pasti: colazione, pranzo, cena

Hotel: Erkin Palace Hotel o similare

4° GIORNO: KHIVA

Colazione in hotel. Khiva è una bellissima città oasi con antiche mura, minareti ed edifici in argilla unici. L’antica cittadella conserva ancora la struttura tipica della città medievale orientale. Ma qui le persone continuano a vivere e lavorare in questa sorta di città-museo color caramello.

Qui tutto sembra insolito: cucina, persone, parole, l’architettura. Anche gli edifici moderni si ispirano all’antichità. Visiterete la madrasa di Mazary Sharif, il pozzo di Kheivak che si dice fu scavato da Sim, il figlio di Noè, il mausoleo di Uch Avlioli, la moschea di Juma, la madrasa di Kutluq-Murad Inaq, il mausoleo di Pakhlavan Makhmud, il palazzo di Tash Khauli, le madrase Alla-Kuli-Khan e, Arab Mohammed Khan.

Le visite proseguiranno con la fortezza Kunya-Ark; la madrasa di Mukhammed-Amin-Khan, il minareto di Islam Khodja; il Complesso di Palvan-Kari, la madrasa di Mukhammad Rakim Khan, Madrasa di Amir-Tur e il Mausoleo di Sho-I-Kalandar Bobo. Rientro in albergo e pernottamento.

Pasti: colazione, pranzo, cena

5° GIORNO: KHIVA – BUKHARA

Colazione in hotel. Trasferimento a Bukhara attraverso il deserto di Kyzyl-Kum (sabbia rossa) e Karakum (sabbia nera) con la vostra guida. L’itinerario richiederà dalle 6 alle 8 ore. Il punto culminante del deserto Kyzyl-Kum è la Riserva Naturale di Kyzyl Kum, in cui vivono varie specie animali, come la lucertola grande deserto, il cervo Bukhara, l’aquila reale, il cinghiale, fagiano comune. Lungo la strada si vedranno le rive del fiume Amu Darya. Arrivo a Bukhara verso sera, sistemazione in albergo. Pernottamento in albergo

Pasti: colazione, pranzo, cena

Hotel: Devon Begi Heritage Hotel o similare

6° GIORNO: BUKHARA

Colazione in hotel. Visita con la vostra guida della città considerata sacra in Uzbekistan. Meta turistica per chi viene dall’Occidente, meta di pellegrinaggio per chi viene dal mondo islamico. Sono molte le cose che si visiteranno: incredibili minareti, moschee e madrase; antiche cittadelle, mausolei e tombe, antichi centri mercantili. Come il complesso architettonico di Poi-Kalyan, una costruzione la cui fondazione risale al XII sec.

La moschea Maghoki-Attar, la più antica moschea dell’Asia centrale. L’edificio venne eretto nel IX secolo, mentre altre parti sono state aggiunte da Abdul Aziz Khan nel 1546-7. Negli anni 30 del secolo scorso l’archeologo russo V. A. Šiškin trovò i resti di un tempio zoroastriano del V secolo, nonché quelli di un precedente tempio buddista. La moschea sopravvisse alle devastazioni mongole, perché (secondo la leggenda) la gente del posto la seppellì sotto la sabbia nascondendola.

La madrasa di Miri Arab ancora in attività e molto altro. Le visite riprenderanno nel pomeriggio attraverso la Piazza di Registan e la Fortezza Ark, il complesso di Bolo-Khauz, le madrase di Ulug Beg ed Abdul Aziz Khan i minareti di Chor-Minor, il mausoleo di Ismael Samani e il mausoleo di Chashma-Ayub. Spettacolo folcloristico nella madrasa di Nadir Divan Beghi. Pernottamento.

Pasti: colazione, pranzo, cena

7° GIORNO: BUKHARA-SHAKHRISABZ - SAMARCANDA

Colazione in hotel e partenza per Samarcanda con la vostra guida. Prima di arrivare a Samarcanda si farà una sosta alla città di Shakhrisabz, la “Città verde” che ha dato i natali a Tamerlano. La città si è meritata questo soprannome grazie ai suoi ampi spazi verdi e floreali.  Arrivando a Shakhrisabz, vedrete le rovine dell’antico Ak-Saray Palace, la moschea Kok-Gumbaz, il complesso del Memoriale Dor-ut Tilovat, e il Mausoleo of Dor-us Saodat.

Le impressionanti rovine del Ak-Saray Palace sono ciò che resta del maestoso palazzo di Tamerlano. La costruzione iniziò nel 1380 e l’edifico si componeva di molti cortili, appartamenti, era riccamente decorato di oro, azzurro e mattonelle colorate. Oggi purtroppo restano soltanto le colonne del portale d’ingresso, ma qui si tengono numerosi eventi che testimoniano la ricchezza culturale dell’Uzbekistan.  Proseguimento per Samarcanda. All’arrivo sistemazione in albergo e pernottamento.

Pasti: colazione, pranzo, cena

Hotel: Great Samarcand o similare

8° GIORNO: SAMARCANDA

Colazione in hotel. Visite con la vostra guida di questa straordinaria città, per secoli al centro della Via della Seta. Vedrete il mausoleo di Gur-Emir e il complesso di Piazza Registan. Nel Medioevo in tutte le città, le piazze centrali erano chiamate Registan, erano centri amministrativi, commerciali e artigianali. Durante il regno di Timur (1370-1405) Registan era la principale area commerciale. Solo durante il regno di Ulugbek acquisì un carattere ufficiale.

Visiterete poi la madrasa di Ulugbek. Questa madrasa è un classico esempio di istituti di istruzione superiore dell’Oriente musulmano. Fu costruita nel 1417-1420. Inizialmente, la madrasa era composta da 50 hujra e formava più di cento studenti all’anno. Secondo gli storici, lo stesso Ulugbek insegnò nella madrasa.

Nel pomeriggio vedrete ancora la moschea di Bibi Khanum e il mercato orientale Siab Bazar. Questo mercato è uno dei più grandi e più antichi mercati dell’Uzbekistan.  Le persone arrivano da molto lontano pur di acquistare prodotti d’eccellenza, come spezie, cereali e verdure. O come il pane che qui viene prodotto con farine locali, seguendo i dettami di antiche lavorazioni. E, come nel passato, la contrattazione qui è d’obbligo. Pernottamento.

Pasti: colazione, pranzo, cena

9° GIORNO: SAMARCANDA - TASHKENT

Colazione in hotel. Con la vostra guida farete le ultime visite a Samarcanda prima di ritornare a Tashkent. Visiterete ancora l’Osservatorio di Ulugbek, le interessanti “Rovine di Afrosiab” ed il museo archeologico, il Mausoleo di San Daniele. Trasferimento alla stazione ferroviaria per il treno rapido “Afrosiab” in direzione Tashkent alle 18:00. Arrivo dopo due ore. Trasferimento in albergo. Cena di arrivederci (inclusa). Pernottamento in albergo.

Pasti: colazione, pranzo, cena

10° GIORNO: TASHKENT - ITALIA

Colazione in hotel. Trasferimento in tempo utile in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

Pasti: colazione

Servizi inclusi

Tour privato in italiano. Prezzi a persona, calcolati sulla base di 2 viaggiatori in camera doppia, da riconfermare tramite preventivo.

NB: La selezione di alberghi è di categoria SUPERIORE. E’ possibile cambiare la selezione di alberghi con hotel 3*. Sono tutti in posizione centrale.

LA QUOTA COMPRENDE

Voli internazionali e tasse aeroportuali soggetti a modifiche fino all’emissione

Volo domestico Tashkent- Nukus in classe economica

Trasferimenti da e per gli aeroporti e durante le escursioni in programma

Sistemazione negli hotel indicati o similari con trattamento di pernottamento e prima colazione in camera doppia

Pasti come indicati in programma: pensione completa

Escursioni previste nel programma con guida in lingua italiana

Biglietto per il treno rapido Afrosiob Samarcanda – Tashkent in classe economica

Biglietti d’ingresso ai monumenti storici

Spettacolo folcloristico nella Madrasa Nodir Devon Beghi

Materiale esclusivo Mastro Matrioska per le escursioni in autonomia e per prepararsi al viaggio

Assistenza 24H dall’Italia

Assicurazione base medico bagaglio

LA QUOTA NON COMPRENDE

Mance e spese personali

Pranzi e cene non indicati nel programma o indicati come liberi

Escursioni indicate come opzionali o facoltative

Eventuali tasse non esigibili in Italia e da pagare in loco

Assicurazione integrativa annullamento – facoltativa

Quanto non indicato nella voce “la quota comprende”

Quota di iscrizione:  € 70

NOTA IMPORTANTE: Le quote sono state calcolate sulla base di tariffe aeree in classi speciali non sempre disponibili. Prima si prenota e maggiori sono le possibilità di trovare posto alle tariffe più basse.  In base alla frequenza e disponibilità dei voli intercontinentali da/per l’Italia, in alcune date potrebbe essere necessario aggiungere un giorno al programma.

Condividi e dillo agli amici!