mastroviaggiatore-news-japan-flag

Viaggi in Giappone: riapertura (parziale) giugno 2022

Quelle trascorse sono state giornate di grande fermento generale per quanto riguarda la riapertura del Giapponesi ai turisti, giornate che ci hanno visti coinvolti in prima persona.

Come magari vi sarà infatti capitato di vedere in tv, oppure tramite notizie in internet, a partire dal 10 Giugno, il governo nipponico ha iniziato a riaprire le frontiere per motivi turistici.

È sicuramente un primo passo importante dopo quasi due anni e mezzo di chiusura totale, ma è importante spiegare che non si tratta ancora di un’apertura totale e libera.

Il governo giapponese ha infatti stabilito che i viaggiatori che vorranno recarsi in Giappone, dovranno sottostare a molte limitazioni e rispettare le regole imposte, tra cui:

  • Numero massimo di ingressi giornalieri (al momento 20.000 Persone totali al giorno).
  • Introduzione del visto di ingresso per motivi turistici.
  • Divisioni in categorie dei paesi di provenienza, stabilite in base all’andamento della pandemia in ogni singolo paese. L’Italia è nella categoria “BLU”, il che vuol dire che si potrà viaggiare senza necessità di mostrare alcun certificato di vaccinazione. Sarà sufficiente avere l’esito negativo di un test molecolare eseguito entro 72 ore dalla partenza.
  • Non sarà possibile viaggiare in autonomia in quanto non sarà consentita la libertà di movimento. È previsto che tutti i viaggiatori dovranno essere seguiti da una guida/supervisore per tutte le fasi del viaggio, dall’arrivo alla partenza. La guida dovrà attendersi alle direttive del governo che prevendono, tra l’altro, che i viaggiatori internazionali dovranno evitare di recarsi in località troppo affollate. Sarà pertanto decisione della guida stabilire se le visite programmate saranno effettuabili o meno, anche una volta giunti in loco.
    Il governo sottolinea che tutti i viaggiatori internazionali dovranno essere consapevoli di tali possibilità ed accettare ogni decisione della guida, anche se queste comportassero l’improvviso annullamento delle attività programmate
  • Per tutti i programmi sarà necessario consumare i pasti nelle strutture abilitate e prenotate, senza possibilità di decidere in autonomia.
  • Non sarà possibile avere del tempo libero da gestire in autonomia
  • Il governo nipponico non ha fatto sapere fino a quando tali forti restrizioni resteranno in vigore

In questa fase, in cui sono previsti importanti vincoli e numerose restrizioni, stiamo lavorando per apportare delle modifiche ad alcuni programmi e renderli così adeguati alla normativa giapponese e consentirvi di valutare la possibilità di un viaggio in Giappone.

Io resto a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento in merito a questa situazione.
Non esitate quindi a scrivermi o a chiamarmi, anche solo per richiedere qualche consiglio.

Sarò lieto di parlare con tutti voi.

Giordano Strizzolo
Mastro Kimono